Mese: aprile 2016

LO ZOPPO

Zoppicando gironzoli
a zonzo per la piazza
picchiettando passeggi
con pesante passo

Ride ironicamente
rumorosa e gracchiante
la folla feroce
falcidiando frecciate

Felice ammiri
la loro malattia
Sono loro gli storpi
tu la vera poesia.

image

Sì che è profondo quel pozzo…

image

Sì che profondo quel pozzo
arida distesa ghiacciata
Lacerata da gelide sferzate

È un ostello diroccato
laddove si alberga ignari
nella più buia delle notti

Funesto luogo di speranza
abbandonato da tempo immemore
come un cane latrante
sul ciglio di una strada

Tempeste di fuoco lo affliggono
lame taglienti lo spezzano
come secchi rami
in un pallido autunno.

FPM